Rimborso rifiuti a Roma, Le Iene inchiodano la Raggi – VIDEO

0

Rimborso rifiuti a Roma: Le Iene svelano il segreto di Pulcinella. Tutti potrebbero chiedere un rimborso per disservizio, ma non lo sa nessuno.

Virginia Raggi rifiuti
Virginia Raggi inchiodata da Le Iene sulla raccolta rifiuti (Getty Images)

Rimborso rifiuti a Roma: c’è il modo per ottenere uno sconto sostanzioso sulla tassa comunale, sia per i prcvati cittadini che per le imprese. Ma in realtà non lo sa quasi nessuno, perché il Comune non lo ha pubblicizzato in essun modo.

Questa è la tesi che emerge da uno dei servizi di punta nell’ultima puntata de Le Iene. Filippo Roma, che da tempo segue il tema e le mosse della Giunta, è tornato ancora una volta a trovare la sindaca Virginia Raggi. Lo ha fatto dopo aver scoperto un risvolto fino ad ora poco se non per nulla conosciuto.

Molti cittadini e negozianti potrebbero presnetare domanda per uno sconto dell’80% sulla Tari, un diritto dovuto al disservizio. La situazione della raccolta rifiuti nella capitale è sotto gli ochci di tuttoi e non da oggi. Eppure ci sono anche i mezzi per difendersi e il rimborso è uno di questi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Roma, la Raggi nomina i nuovi assessori

Rimborso della Tari a Roma, la risposta della sindaca

Rifiuti Roma Virginia Raggi
Rifiuti a Roma, un dramma quotidiano per gli abitanti (Getty Images)

Rimborso Tari a Roma? Si può e lo ha rivelato con chiarezza l’ex consigliera regionale Roberta Angelilli. Ha scoperto che dal 1° gennaio 2019 al 30 settembre ci sono state oltre 55mila  segnalazioni da parte di utente non domestiche. Si rtratta di negozi, uffici, commercianti e tutti lamentavano disservizi. Gli stessi documentati più volte da Le Iene.

Secondo l’ex consigliera Ama ha imposto a tutte le società che si occupano di questa raccolta di pagare oltre un milione e 100 mila euro di penali. Ma c’è di più: “I cittadini hanno tutto il diritto di richiedere il rimborso della tassa sui rifiuti. Penso che la sindaca Raggi dovrebbe dirglielo che possono fare ricorso e ottenere la riduzione dell’80% della Tari”.

E Virginia Raggi cosa dice? Intercettata dalla Iena, è sembrata sorpresa. Ssi è difesa dicendo che siciramemte gli uffici comunali e ne stanno già occupando. “Sicuramente è stato pubblicizzato“, ha conclusoi. In realtà però alcuni negozianti intervistati non ne sapevano nulla e non risultano comunicazioni ufficiali.

Ma l’Ama cosa risponde? Per l’azienda ha parlato Stefano Zaghis, l’amministratore unico: “Se fosse così, fallisce il comune di Roma. Coimunque faremo le nostre verifiche e quelli che ne avranno dirirro, avranno il rimborso”. Da domani quindi partirà una raffica di richieste?

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui