Panchina Napoli, parla un candidato: “Io traghettatore? Ecco la verità”

0

Panchina Napoli, Carlo Ancelotti ha sempre più le ore contate. ADL ha deciso di puntare su un traghettatore e uno dei nomi valutati ieri era alla Dacia Arena di Udine. 

Napoli, è sempre più in bilico la posizione di Carlo Ancelotti. Del resto, dopo il pareggio di ieri contro l’Udinese, salgono addirittura a sette le partite senza vittoria per gli azzurri. Così, inesorabilmente, i giornali oggi in edicola rilanciano con inevitabili voci di esonero e con il toto allenatore.

Ma data la situazione ormai compromessa in campionato, Aurelio De Laurentiis starebbe optando più per un traghettatore che per un tecnico con cui aprire da subito un ciclo. Così occhio sempre a Gennaro Gattuso, il quale sarebbe pronto ad accettare la sfida, e a un’ipotesi più nostalgica riguardante l’ex Edy Reja.

Edy Reja
Edy Reja (Getty Images)

Panchina Napoli, idea Reja? Parla l’allenatore

Alla guida dei partenopei dal 2005 al 2009, il 73enne friulano ha mantenuto negli anni un buon rapporto con ADL. Tanto che si è più volte parlato di un suo inserimento in società, salvo poi mai concretizzarsi. Ma chissà che non sia questo il momento giusto. Perché come rilancia l’edizione odierna de Il Mattino, il patron starebbe pensando proprio a lui come possibile soluzione temporanea fino a fine stagione.

Potrebbe interessarti anche —> Milan-Ibra, Raiola fa tremare il Diavolo: “Non è detto che succederà”

Ieri era presente anche sugli spalti della Dacia Arena. Intercettato da Radio Kiss Kiss, il mister ha commentato così il possibile scenario: Io traghettatore? Non ho avuto nessun contatto con il Napoli. È un momento particolare e si vede bene, ma sono convinto che Ancelotti ne verrà fuori grazie alla sua conoscenza ed esperienza. Martedì sarò al San Paolo per salutare Hamsik”. Che siano altre prove generali?

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui