Cassazione – Arriva la sentenza sul gioco delle tre carte

La Cassazione lancia l’incredibile sentenza sul gioco delle tre carte. La decisione spiazza tutti sfatando un mito che durava da anni

Cassazione
Cassazione, arriva la sentenza sul gioco delle tre carte (via Pixabay)

Negli ultimi giorni, la Cassazione ha lanciato la sentenza n. 48159/2019, tale sentenza allontana l’accusa del reato di truffa, per quanto riguarda il gioco delle tre carte.

Infatti per quanto riguarda gli Ermellini, il suddetto gioco non comporterebbe il reato,visto che chi conduce il gioco, non sta raggirando il giocatore, ma possiede solamente una buonissima qualità nel muovere le carte.

Inoltre la responsabilità ricadrebbe proprio sul giocatore, che decide di accettare il gioco alla ricerca di una vincita facile. Come riporta la sentenza: “La persona offesa si è infatti autodeterminata, ha cioè deciso in autonomia di partecipare al gioco e nel prendere tale decisione, per come si svolge lo stesso, è necessario mettere in conto che la particolare abilità di chi lo conduce è superiore a quella del giocatore.

Cassazione, per le tre carte mancano le prove della truffa

Cassazione
Il gioco delle tre carte non stabilisce il reato di truffa

Così sul gioco delle tre carte, viene cancellato definitivamente il reato di truffa in concorso, visto cche non si riescono a trovare le prove per testimoniare l’artefatto o il raggiro.

I due imputati in questione, infatti erano andati davanti alla Cassazione, proprio per scagionarsi dal reato di truffa. La mossa è stata un successo. Infatti lo stesso corpo degli ermellini, ha determinato la mancanza di prove e del reato di concorso in truffa, visto che nessuno dei giocatori è stato indotto al gioco, anzi hanno accettato di giocare di loro spontanea volontà.

Così la Corte determina definitivamente la mancanza del reato per ciò che concerne il gioco delle tre carte. La sentenza vale anche per giochi simili come: il giuoco dei tre campanelli e delle tre tavolette. Ad incastare i giocatori è proprio l’auonomia con la quale essi decidono di prendere parte al gioco con l’illusione di una vincita facile. Così l’unico inganno dei giochi sopraelencati, è solamente una caratteristica del gioco, che come ogni gioco d’azzardo, vede strafavorito il banco.

L.P.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime notizie di Cronaca, CLICCA QUI !