CONDIVIDI

Zlatan Ibrahimovic pronto a tornare in Italia. Lo ha fatto capire lui stesso, con una frase sibillina che forse ci svela anche la squadra in cui giocherà…

C’è poco da fare, esiste una cosa che a Zlatan Ibrahimovic piace decisamente più che giocare a calcio. Ed è far parlare di sé, creare attesa spasmodica in ognuna delle sue scelte. Potere ancora lanciare l’amo e vedere tutti abboccare, a 38 anni, è un lusso che solo uno come lui può permettersi di avere. E infatti Ibra sta giocando con tifosi e addetti ai lavori da diverse settimane su quello che sarà il suo futuro, che in realtà è già bello che deciso da un pezzo. Ma Zlatan è Zlatan e allora vai di speculazioni e di indizi sibillini che lui stesso si diverte a spargere in giro.

Era già accaduto dopo il PSG, era già accaduto dopo Manchester, ora sta succedendo all’ennesima potenza, ed è una cosa che ci piace davvero tanto. Dall’Hammarby alle strizzate d’occhiolino al Napoli di De Laurentiis, fino alle voci che lo vogliono presto al Milan o addirittura al Bologna del suo grande amico Sinisa Mihajlovic. Ibra sa, e sa anche creare una grande suspense.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Guardiola e Messi al Milan: col nuovo presidente il sogno è possibile

Ibrahimovic al Milan, o forse al Napoli? La frase che lascia aperto il dubbio

Ibrahimovic
Ibrahimovic ©Getty Images

“Arrivo presto in Italia”. In questo modo Zlatan Ibrahimovic ha svelato apertamente che la sua prossima destinazione è la nostra Serie A. In un’intervista a GQ, il campione svedese ha spiegato che tornerà nel nostro campionato, aggiungendo “In una squadra che deve tornare a vincere”. Che in pratica è come dire una qualsiasi delle nostre big tranne la Juve. O forse addirittura anche la Juve, se consideriamo la Champions League. Un messaggio volutamente sibillino, a voler ulteriormente mescolare le carte in attesa di quello che già pregustiamo come un annuncio roboante.

Ovviamente una probabilità enorme è che il futuro di Ibra sia al Milan. Ma attenzione anche al Napoli, che vive un momento difficile e che uno così lo porterebbe in Paradiso. E lo sa benissimo anche lui, Zlatan, che a quasi 40 anni vuole ancora sentirsi un calciatore importante. Ma, soprattutto, vuole sentirsi ancora una star.