CONDIVIDI

Video Hard, Voltolini, portiere della Reggiana sospeso per atti osceni, denuncia: “Non sapevo che mi stessero riprendendo”. Ecco chi potrebbe essere il colpevole

Matteo Voltolini video hard
Video Hard Voltolini, il portiere denuncia: “Non sapevo di essere ripreso” (Foto: iGossip.it)

Il nome di Matteo Voltolini è salito alla ribalta delle cronache negli ultimi giorni. Tuttavia a rendere famoso il portiere della Reggiana, non sono state le prestazioni sul rettangolo verde di gioco, ma la focosa relazione con la sua bellissima ragazza, sfociata in un amplesso in luogo pubblico. 

Il 23enne emiliano, è stato sospeso dalla sua squadra, che milita attualmente in Serie C, per un provvedimento disciplinare in attesa di far luce sulla vicenda. Ora però arriva la risposta del diretto interessato, che dopo essere stato esposto alla gogna mediatica nelle ultime ore, ha deciso di far valere le proprie ragioni. Se è vero infatti che l’atto osceno in luogo pubblico è stato perpetrato nel bagno della discoteca, senza possibilità di smentita, la tesi difensiva del calciatore è legata all’autore del video hard girato su Whatsapp. Chi ha condiviso il filmato sui social l’ha fatto dopo aver “rubato” le immagini all’insaputa dei protagonisti, un pochino troppo focosi ma pur sempre appartati anche all’interno di un luogo pubblico.

Video Hard Voltolini, la sua risposta

Voltolini ha deciso di sporgere denuncia per violazione della privacy e condivisione di immagini sensibili. Nelle ultime ore gli inquirenti avrebbero iniziato a stringere il cerchio su un possibile colpevole. Si tratterebbe di un giocatore di basket che era presente nello stesso locale la scorsa domenica. Sfruttando la propria altezza, si sarebbe introdotto nel bagno attirato dai gemiti della ragazza e avrebbe iniziato a riprendere tutto con il cellulare da sopra le porte del vespasiano.

La notizia intanto ha fatto il giro d’Italia e ha convogliato l’attenzione dei principali canali mediatici. Anche Cruciani de “La Zanzara”, ha deciso di intervistare Voltolini per fare chiarezza:

Ti appoggio in pieno“, ha esordito il conduttore, “la sospensione mi sembra inspiegabile. Tu sei la parte lesa perché hanno diffuso un video che non volevi che fosse messo in pubblico!“. Matteo Voltolini, che si è chiarito con la società e tornerà ad allenarsi con i compagni la prossima settimana, ha ribattuto: “Io credo di non aver fatto niente di male ma li capisco, è una cosa che fa clamore e abbiamo un regolamento interno da rispettare, allo stesso tempo però sono sereno perché avrò modo di spiegare tutto. Non sapevo che ci fosse qualcuno che mi stava riprendendo, per questo ho deciso di denunciare la vicenda alle autorità competenti. Spero venga fatta chiarezza il più presto possibile“.

GUARDA LA STORY SU INSTAGRAM DELLA SUA RISPOSTA

Cruciani ha poi proseguito: “Il video è arrivato pure a me, figurati…”.

E’ arrivato un po’ a tutta Italia, ma la polizia si è già attivata e anche io ho fatto delle chiamate ad alcuni ragazzi che erano nel locale per capire chi sia stato, adesso vediamo cosa succede, non posso aggiungere altro…“. Questa la risposta dell’estremo difensore granata. 

Venendo a quanto prevede la legge in questi casi, bisogna sottolineare come “la diffusione illecita di immagini o video sessualmente espliciti dopo averli realizzati o sottratti, destinati a rimanere privati, senza il consenso delle persone rappresentate” porta all’automatica colpevolezza dei soggetti coinvolti. Le sanzioni vanno da uno a sei anni di reclusione e da 5 a 15 mila euro di multa.