CONDIVIDI

Una moglie malata terminale di cancro si amputa il braccio per potersi sposare

Moglie malata terminale di cancro
Moglie malata terminale di cancro si amputa braccio per sposarsi (Foto: Metro.co.uk)

Quando a Shannon Lynch, 21 anni, è stato detto che il suo raro cancro al gomito era terminale, sapeva che avrebbe fatto qualsiasi cosa per guadagnare più tempo. Nel 2017 le è stato amputato il braccio, dandole modo di sposarsi con Ashley, 18 anni. Shannon ha detto: “Il giorno del mio matrimonio ha significato tutto per me, ed è bello poter mostrare al mondo che sono devota al compagno che amo per il resto della mia vita. “Non importa quanto tempo mi resta, purché io sia felice con lui. “La vita coniugale è migliore di quanto avessi mai pensato, è meglio di quanto la gente dica che sia, sono sempre felice in sua compagnia. “Stiamo cercando di creare ricordi insieme, ma è difficile allo stesso tempo perché posso ammalarmi e stancarmi molto rapidamente”.

Moglie malata di cancro si amputa un braccio per sposarsi. L’inizio della storia

La battaglia di Shannon contro il cancro è iniziata quando aveva solo 15 anni, quando ha svolto una normale visita medica al gomito destro dal medico di base. Inizialmente il problema era stato inquadrato come il classico fastidio da “gomito del tennista”, ma dopo che il nodulo è diventato più grande e più doloroso è stata inviata a svolgere un’ecografia, oltre ad esame del sangue e una biopsia.Shannon al matrimonio

Shannon nel giorno del suo matrimonio (Foto: Metro.co.uk)Nel luglio 2013, a Shannon è stato diagnosticato un sarcoma sinoviale, un raro tipo di cancro che colpisce i tessuti molli. L’adolescente è stata sottoposta a chemioterapia e radioterapia prima di sottoporsi a un’operazione nel marzo 2014 per rimuovere il nodulo. Shannon ricorda: “Non mi sentivo spaventata come ti aspetti di essere quando ti dicono di avere un cancro – sapevo solo che la cosa più importante era combattere e che avrei vinto tutto ciò che si trovava sulla mia strada. “E’ stato solo un caso, purtroppo non si poteva evitare. “Mi sono sentita male perché mia madre è stata costretta a venire con me a causa della mia età e ha perso l’occasione di vedere il resto della mia famiglia. “Odiavo la chemioterapia ma non avevo scelta. Mi sono sempre sentita debole e malata, mi prosciugava solo l’energia”.

Shannon ha effettuato controlli ogni tre mesi per assicurarsi che il cancro non fosse tornato, ma a luglio 2017 è comparso un altro nodulo: il male era tornato sotto forma di sarcoma di grado 3. Per impedire che il cancro si diffondesse ulteriormente e consentire a Shannon di vivere il più a lungo possibile, le hanno comunicato che avrebbe avuto bisogno di farsi amputare il braccio destro. Nell’agosto 2017 Shannon ha subito un intervento chirurgico e ha iniziato ad adattarsi ad avere solo un braccio. Quindi, nel dicembre 2018, ha iniziato a parlare con Ashley, un amico di suo fratello. Hanno chattato ogni giorno dopo essersi collegati online tramite Xbox Live, quindi si sono innamorati all’istante quando si sono incontrati nella vita reale. Ma dopo pochi mesi di appuntamenti, Shannon scoprì che i suoi polmoni si stavano riempiendo di sangue a causa di tre tumori. I medici le dissero che il cancro era tornato – e questa volta era terminale. A Shannon fu detto che aveva meno di un anno da vivere. “Tutto il mio mondo si è capovolto. Ero terrorizzata perché so quanto sia difficile curare i tumori polmonari.

La proposta di matrimonio

“Quando mi hanno detto che avevo meno di un anno da vivere, sono rimasta scioccata perché pensavo che avrei avuto più tempo. “I medici hanno detto che la chemioterapia mi avrebbe concesso qualche mese in più, ma non mi avrebbe salvato, il che mi ha spezzato il cuore.” Un mese dopo, Ashley le ha fatto la proposta: “Eravamo a casa quando venne da me con una mano nascosta dietro la schiena”, ha detto Shannon. “Ha detto che voleva stare con me per il resto della sua vita e poi si è inginocchiato e mi ha chiesto se volevo sposarlo. “Ho detto di sì e cercavo disperatamente di non piangere – non potevo crederci, ero così eccitata per il nostro futuro insieme”.

Se Shannon non avesse avuto il braccio amputato, si pensa che i tumori sarebbero comparsi nei suoi polmoni troppo in fretta per permetterle di sposarsi.

La coppia si è sposata il 26 ottobre 2019 davanti a 100 amici e familiari. Da allora si sono dedicati anima e corpo alla loro vita matrimoniale e stanno approfittando del poco tempo che hanno da trascorrere ancora insieme. Shannon sta attualmente continuando la chemioterapia per prolungare il suo tempo a disposizione con il neo marito.