Il Principe Andrea finisce ancora nei guai per lo scandalo Epstein

0

Il Principe Andrea, terzogenito della Regina Elisabetta, finisce ancora nei guai per lo scandalo Epstein. Andy the Randy ne ha combinata un’altra delle sue. 

Principe Andy
Il Principe Andy finisce nei guai per lo scandalo Epstein (Foto: mittdolcino.com)

La regina Elisabetta ha dato il permesso al principe Andrew di “ritirarsi dai doveri pubblici per il prossimo futuro” dopo le pesanti critiche piovutegli addosso per lo scandalo Epstein. Il duca di York ha dichiarato in una nota come fosse “chiaro” che un accostamento con il pedofilo miliardario stava causando “un’interruzione obbligatorio dagli impegni con la mia famiglia”. Ha scritto a sua madre chiedendo di fare un “passo indietro” rispetto ai suoi doveri di Reale, dopo un’intervista all’interno della quale si parla dei suoi presunti legami con il noto imprenditore incriminato di reati sessuali e morto suicida misteriosamente. Il duca di York ha anche affermato di essere “disposto ad aiutare qualsiasi autorità competente nelle loro indagini, se necessario”, per fare finalmente chiarezza nella vicenda.

Ha espresso vicinanza per le vittime dei reati sessuali legati al finanziere caduto in disgrazia, dicendo di “sperare che possano ricostruire le loro vite”.

In Inghilterra si è parlato moltissimo nelle ultime ore delle presunte “performance” di Andy the Randy (come viene soprannominato per la sua passione verso il genere femminile). La conduttrice della BBC Emily Maitlis ha chiesto al duca se avesse fatto sesso con Virginia Giuffre (all’epoca Roberts), che afferma di essere finita nel giro di Esptein quando aveva solo 17 anni. Il 59enne ha negato l’accusa – adducendo ad una sua patologia legata ad un trauma subito in guerra che non gli permetterebbe di sudare e aggiungendo in oltre di essere stato in un Pizza Express in un sobborgo di Londra la sera del presunto reato. Non è riuscito poi ad esprimere del tutto la propria solidarietà nei confronti delle vittime di Epstein. La sua mancanza di compassione ha suscitato una condanna diffusa e ha costretto molte organizzazioni benefiche, con cui ha lavorato come mecenate, a rivedere il proprio rapporto con il Principe.

In una dichiarazione rilasciata oggi, il Andy ha dichiarato: “Negli ultimi giorni mi è diventato chiaro che le circostanze relative alla mia precedente associazione a Jeffrey Epstein sono diventate una grave perturbazione per il lavoro della mia famiglia e per la mia attività in molte organizzazioni e enti di beneficenza che sono orgoglioso di sostenere”. “Pertanto, ho chiesto a Sua Maestà se potessi fare un passo indietro dai doveri pubblici per il prossimo futuro, e lei ha dato il suo permesso”. “Continuo a sostenere inequivocabilmente la mia estraneità al rapporto imputatomi con Jeffrey Epstein”. “Il suo suicidio ha lasciato molte domande senza risposta, in particolare per le sue vittime, e sono profondamente solidale con tutti coloro che sono stati colpiti e vogliono una qualche forma di risarcimento”.

Andrea ed Elisabetta
Il Principe Andy e la Regina Elisabetta (Foto: Il Messaggero)

‘Posso solo sperare che, col tempo, saranno in grado di ricostruire le loro vite. Ovviamente, sono disposto ad aiutare qualsiasi agenzia di contrasto competente nelle loro indagini, se necessario. “Le aziende, tra cui il gigante delle telecomunicazioni BT e Barclays bank, sono tra le moltissime imprese, università e enti di beneficenza che si sono allontanati dal Principe. Secondo quanto riferito, sta valutando la possibilità di fare una seconda intervista per sistemare ulteriormente le cose.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui