Il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, in un’intervista al direttore del Foglio, Claudio Cerasa ha parlato di M5s:. “Sinceramente, io non sono affatto spaventato”, ha detto il premier, “penso che il rispetto agli elettori del Cinque stelle sia dovuto, ma penso che la possibilità che il movimento 5 stelle arrivi a guidare il governo non ci sia. Perché è una forza che se anche avesse risultati significativi, risultati che attualmente gli vengono attribuiti da sondaggi non so quanto generosi, non avrebbe i numeri per governare”. “Registro che fuori dall’Italia nessuno mi ha mai mostrato preoccupazione per la possibilità, a cui nessuno crede, che il movimento 5 stelle possa arrivare al governo dell’Italia”, ha aggiunto Gentiloni. “Belusconi non riuscirà ad addomesticare la Lega di Salvini” “Berlusconi naturalmente fa leva sulla memoria storica degli italiani, ricordando che i suoi governi hanno sempre arginato i populismi. C’è però un dettaglio che segnalo e sul quale vorrei far riflettere. L’ultima volta che il centrodestra andò al governo le cifre furono queste: Berlusconi 37,2%, Lega Nord 8%. In quel contesto l’idea di addomesticare la Lega poteva funzionare. Oggi le proporzioni sono incomparabili. Sono praticamente paritarie. Lo dicono i sondaggi, ma lo dice anche il criterio con cui il fronte sovranista si è diviso con il fronte berlusconiano i collegi”, ha poi sottolineato Gentiloni.