Quattro milioni di italiani  finora sono stati colpiti dall’influenza.

I dati aggiornati dicono che nella seconda settimana di gennaio hanno contratto il virus 832mila persone, ma dall’inizio dell’epidemia a letto sono finiti in 3.883.000: trenta i morti. I piccoli sono i più colpiti.

“La circolazione del virus influenzale quest’anno è molto intensa, superiore anche alla pandemia del 2009/10 e paragonabile solo alla stagione 2004/05”. Così Antonino Bella del dipartimento malattie infettive dell’IIss e curatore del bollettino Influnet. “Il contagio è particolarmente aggressivo – sottolinea – anche perché circola molto il ceppo B non contenuto nel vaccino trivalente. E’ quindi coperto solo chi ha fatto il quadrivalente e questo varia da regione a regione”.