Strage mancata a New York. Un ordigno fai da te, composto da un tubo-bomba ideato  da un aspirante kamikaze, esploso mentre il folle attraversava il sottopassaggio che unisce il terminal dei bus di Port Authority alla stazione della metro di Times Square. Port Authority Bus Terminal  è la più grande stazione di pullman degli Stati Uniti. Ogni giorno vi transitano 230.000 persone.

Il tentato attacco è stato eseguito nell’ora di punta.

“Ha agito per vendicare Gaza”

Sarebbero state queste- riporta rainews.it –  le prime parole di Ullah, che parlando con gli investigatori che lo interrogano in ospedale avrebbe motivato il suo gesto citando le azioni di Israele contro la popolazione di Gaza. Legandolo quindi al controverso annuncio del presidente americano Donald Trump su Gerusalemme capitale di Israele. Le sue condizioni non sono gravi, ha solo ferite lievi e bruciature al torace e sulle mani. Vive a Brooklyn e risiede negli Usa da sette anni. Ha fatto l’autista di taxi a noleggio prima di trovare lavoro presso un’azienda elettrica.