La mamma che ha ucciso i due piccoli di 5 e 2 anni nel mantovano, è la moglie di Andrea Benatti, 39enne  ex giocatore professionista di rugby che ha fatto parte come terza linea negli Aironi, in Celtic league, nel Viadana, con cui ha vinto lo scudetto 2002 e in Nazionale. Si è ritirato  nel 2011  per problemi ad una retina quando giocava negli Aironi. Al momento della tragedia, l’uomo stava lavorando  nell’officina meccanica di famiglia che si trova a Motteggiana, a pochi chilometri da Suzzara, dove la famiglia vive in una casa in aperta campagna, in stradello Opi.

La storia da www.newnotizie.it

Reggio Emilia. Una macabra scoperta è stata fatta dagli inquirenti nelle campagne di Luzzara, un Comune di circa 9mila abitanti sito in provincia. I Carabinieri hanno qui scoperto il cadavere di un bimbo di 5 anni all’interno di una macchina. Il bimbo, morto per aver subito diverse coltellate, è stato ritrovato insieme alla madre. La donna ha tentato il suicidio ed è stata prontamente soccorsa e portata in ospedale.

La donna vive a Suzzara (Mantova) insieme al marito a ai due figli. Con lei, in macchina, è stato ritrovato soltanto uno dei bambini. Il cadavere dell’altro suo figlio, una bimba di soli due anni, è stato successivamente ritrovato nell’abitazione della donna. Stando agli indizi recuperati dai primi rilievi, la bimba sarebbe morta soffocata. Sembrerebbe estraneo ai fatti il marito della donna: l’uomo, mentre si compiva la tragedia, era regolarmente al suo posto di lavoro.

Secondo una prima ipotesi sviluppata dagli inquirenti, sarebbe la madre la colpevole degli omicidi dei due bambini. La donna ha 39 anni ed in passato avrebbe sofferto di problemi psichici, probabilmente mai superati alla luce di questi eventi: un quadro che sembrerebbe collimare con la dinamica dei fatti così ricostruita dagli investigatori. La donna, dopo gli omicidi, avrebbe tentato a sua volta di togliersi la vita senza riuscirci ed infatti non sarebbe in pericolo di vita. Seguiranno aggiornamenti sulla vicenda.