michelle hunziker

Michelle Hunziker, dopo anni, ha deciso di raccontare quel terribile periodo in cui è stata vittima di una setta. Sola e lontana da tutti i suoi affetti, Michelle Hunziker ha rischiato di perdersi. A salvarla è stato l’amore per sua figlia Aurora per la quale ha lottato tanto.

Oggi, Michelle è una moglie e una mamma felice e serena ma quegli anni resteranno sempre un bruttissimo ricordo. Anche la madre Ineke ha vissuto quel periodo con dolore. Ha cercato di aiutare la figlia e non riuscendo a fare nulla si è sentita inutile.

«È stato il periodo più buio della mia vita», ha detto Ineke Hunziker ai microfoni di Cristina Parodi nell’ultima puntata di Domenica In.

«In 74 anni credo di non aver mai sofferto così tanto… sono qui perché non vorrei mai e poi mai che altre mamme soffrissero quello che ho sofferto io».

«Michelle era una ragazza giovanissima, è diventata mamma a 19 anni, lei aveva tanta voglia di vivere però era anche molto insicura e fragile, è stata una preda facile… il problema è che io non ho capito fino a che punto questa donna poteva andare avanti, quando mi sono resa conto era troppo tardi».

La mamma di Michelle ha così rivolto un appello alle madri: «Alle mamme voglio dire: cercate di capire subito quando i ragazzi cominciano ad avere un attaccamento particolare perché potrebbe essere troppo tardi».

«È stato un inferno…Io dopo 3 anni sono crollata, il mio fisico non ha retto più, continuavo a svenire.. alla fine ho dovuto mettere un pacemaker» – ha aggiunto Ineke che ha poi spiegato di essere stata felicissima quando Michelle si è liberata della setta e l’ha chiamata – «Mi telefonò e mi disse: mamma posso venire domani a colazione? Le ho preparato la colazione all’olandese come lei era abituata a casa quando era bambina… quando è arrivata è stata la gioia più grande della mia vita».