violenza

Choc a Roma dove i carabinieri della Stazione di Roma Tor Sapienza hanno arrestato due ragazzi di 21 e 20 anni, nati a Roma ma di origine bosniaca e domiciliati presso un campo nomadi della capitale, accusati di violenza sessuale continuata di gruppo e sequestro di persona.

Dalle indagini è emerso che la violenza sarebbe avvenuta a maggio 2017. A violetare due ragazzine 14enni sarebbe stato il 21enne che avrebbe avuto un rapporto sessuale con loro, legate in un bosco mentre il 20enne faceva da palo.

L’episodio è venuto a galla un mese dopo quando i genitori di una delle vittime, dopo averlo scoperto, si sono rivolti ai Carabinieri della Stazione di Roma Tor Sapienza.

Le due ragazzine sono state ascoltate separatamente e secondo quanto emerso i racconti coincidirebbero.

Una delle due aveva conosciuto il 21enne in chat. Il ragazzi aveva proposto alla quattordicenne un incontro a cui la ragazzina si era presentata con un’amica. Durante l’incontro, il 21enne aveva costretto le due ragazzine a seguirlo in un posto isolato dove, dopo avere legate, avrebbe abusato sessualmente di entrambe.