bologna scuola

Da qualche tempo, un nordafricano senza fissa dimora vive sotto i portici di via del Giorgione a Bologna. Giovedì mattina, l’immigrato si è masturbato davanti agli occhi dei ragazzini di una scuola media.

I ragazzini hanno avvisato i professori che, a loro volta, hanno allertato le forze dell’ordine. L’immigrato continua a vivere lì, di fronte alla scuola, scatenando la preoccupazione dei genitori.

“Dopo quello che è successo giovedì – racconta una mamma al Resto del Carlino – abbiamo deciso di controllare questa persona, per evitare che si produca di nuovo in questo tipo di attività. Così, ieri, io e una mia amica siamo andate a fare un giro nel giardino. C’eravamo soltanto noi e l’uomo, che da quello che abbiamo appreso fino a qualche tempo fa era ospite del centro di accoglienza di via del Migliario, dopo essersi alzato dal suo giaciglio di fortuna si è tirato giù i pantaloni e si è messo ad urinare. Neppure ha avuto la decenza di girarsi dall’altra parte”.

“Se i ragazzini delle medie hanno avuto la prontezza di avvertire le insegnanti – dicono i genitori, preoccupati – i piccoli delle Pedrelli sono del tutto indifesi. Finché questa persona resta qui, servono almeno più controlli, almeno nei momenti di entrata e di uscita dalla scuola”.