roma violenza
Foto Instagram da https://www.instagram.com/p/BXhz4yyDX7s/?hl=it&tagged=violenzasulledonne

Una storia tragica arriva dall’Argentina. Antonia, dopo 22 anni di violenze, ha trovato la forza per denunciare il padre che, dopo la fuga della moglie, ha trasformato la figlia nella sua schiava sessuale. L’incubo è iniziato quando Antonia aveva 15 anni anche se era stata violentata dal padre già quando aveva solo nove anni. In 22 anni, la donna ha partorito 8 figli, tutti generati dalle violenze subite dal genitore.

Antonia ha trovato la forza di denunciare solo nel 2016 quando, portando il figlio più piccolo dal medico, rivelò l’orrida verità.

«Da quando mamma ci ha lasciati – aveva raccontato all’epoca dell’arresto – sono diventata la moglie di mio padre, che già mi violentava da quando avevo nove anni. Mi picchiava in continuazione con un bastone appena mi vedeva parlare con qualche vicino di casa oppure quando voleva abusare di me. E molte volte mi stuprava davanti ai miei figli. Mi minacciava costantemente e io avevo sempre paura di essere uccisa: mi diceva che mi avrebbe ammazzata se avessi raccontato a qualcuno quello che succedeva in casa. Anche ora ho paura per la mia vita e per quella dei miei figli, perché sto ricevendo minacce dai fratelli di mio padre che vorrebbero obbligarmi a ritirare la denuncia contro di lui: a loro non importa nulla di quello che è successo in questi anni, vogliono solo che ritiri la denuncia. Ma io voglio che lui marcisca in galera. Voglio che sia fatta giustizia».

Il test del Dna ha confermato tutto: quegli otto bambini sono figli dell’orco che ha generato Antonia.