alessandra mussolini1-min

Alessandra Mussolini non smette mai di stupire e in un’intervista rilasciata ai microfoni del settimanale Oggi ha affrontato diversi temi tra cui l’ipotetica storia d’amore di sua figlia con un islamico.

Come reagirebbe di fronte ad un genero musulmano? Alessandra Mussolini risponde senza alcun problema: “Direi a mia figlia: Vedi un po’ se è radicalizzato o no… Certo, ammetto che non mi farebbe molto piacere”.

Di fronte ad un figlio omosessuale, invece, reagirebbe così: “Come accade in tutte le famiglie, sarebbe una cosa più complessa. Se dovesse dirmi una cosa del genere, vuol dire che dovrei imparare ad amarlo ancora di più”.

Come tutte le mamme, ache Alessandra Mussolini mette il bene dei figli davanti a tutto. Intervistata da Pierluigi Diaco, la Mussolini ha detto la sua anche sul caso Weinstein.

Avendo un passato nel mondo dello spettacolo, Alessandra Mussolini ha ammesso di aver visto da vicino le molestie sessuali:

“Quando facevo i provini, ho ricevuto proposte a palla. Ma sa quante volte mi è successo? Sei carina, usciamo… Piuttosto preferivo perdere il lavoro, non facevo nemmeno il provino. Ogni volta mi ripetevo: Basta, ora me ne vado. Era impossibile lavorare così. Infatti, come attrice, ho preso tantissime porte in faccia. Voglio comunque dire che comprendo quello che è successo ad Asia Argento“. 

Anche in politica, però, la situazione non cambia. La Mussolini, infatti, ha parlato di proposte e complimenti a cui ha sempre risposto per le rime: “Mi è successo di ricevere complimenti, lusinghe e corteggiamenti. Ho sempre fatto capire che non era aria”.