Giuseppe Stefano Di Negro, noto architetto di 50 anni, è stato trovato morto con il cranio fracassato sul ciglio della strada a Sarzana nella provincia di La Spezia.

A scoprire il cadavere dell’uomo, morto prima dell’arrivo dell’ambulanza, sono stati due giovani. La vittima, incensurata, si trovava a poca distanza dalla sua auto, posta sotto sequestro dalle autorità.

La vittima, nella serata di ieri,  era andati a casa dei genitori attorno alle 20 e, in un secondo momento è uscito, molto probabilmente per incontrare qualcuno. E’ quanto emerge dalla ricostruzione fatta dagli inquirenti che stanno indagando sulle ultime ore di vita dell’architetto. Gli investigatori hanno analizzato anche i telefoni cellulari e il computer dell’uomo. E’ esclusa la rapina: sul corpo senza vita dell’uomo sono stati ritrovati portafoglio e documenti.