Re Felipe VI, re di Spagna, si è recato da Oviedo per consegnare il Premio Principessa delle Asturie. In questa occasione, il Monarca spagnolo ha voluto ribadire, se mai ce ne fosse stato bisogno, la sua assoluta contrarietà al desiderio di independenza espresso dai cittadini della Catalogna un paio di settimane or sono. Secondo Felipe non è pensabile pensare ad una Spagna contmeporanea che non si frutto dell’unione di tutte le Regione che hanno contribuito a formarla nel secolo scorso. Ecco quindi le parole del Re, che pesano come macigni sulle scelte independentiste dei catalani:

“La Spagna si trova a far fronte ad un inaccettabile tentativo di secessione, che risolverà nel quadro delle nostre istituzioni democratiche” attenendosi “ai valori e principi della democrazia parlamentare con i quali viviamo da 39 anni”.

“Non vogliamo rinunciare a ciò che abbiamo costruito assieme unendo i contributi di tutti grazie ad una Spagna cimentata nel rispetto delle norme e della democrazia”, ha aggiunto il sovrano spagnolo. “La Spagna del XXImo secolo, della quale la Catalogna è e sarà parte essenziale, deve basarsi in una somma leale e solidale di sforzi, sentimenti, affetti e progetti. Una somma che continui ad alimentare la nostra vocazione universale, il nostro legittimo orgoglio di appartenere alla grande realtà democratica che è l’Europa”.