“Nell’affrontare emergenze complesse come la Terra dei Fuochi e’ prioritario fornire ai cittadini adeguate informazioni sui fattori che incidono piu’ di altri sulla salute. Quando si verificano roghi di particolare entita’ il primo pensiero va alla salubrita’ dell’aria che respiriamo ed alla qualita’ dell’acqua che beviamo. Fornire adeguate garanzie sui controlli che si effettuano e’ il primo passo per affrontare in maniera consapevole questo fenomeno”.

In questa maniera diretta e franca si è espresso il Presidente della commissione ‘Terra dei fuochi Ecomafie Bonifiche’, del Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, che ha presentato un’interrogazione, indirizzata al vice presidente della Giunta regionale della Campania, Fulvio Bonavitacola, avente ad oggetto “Garanzie sulla qualita’ delle acque destinate al consumo umano nei comuni di Terra dei Fuochi”.

“Per anni una sconsiderata campagna di disinformazione ha danneggiato la nostra economia e l’immagine della Campania. Occorre invertire la tendenza ed avviare un percorso di comunicazione chiaro, soprattutto per rassicurare i cittadini su cosa accade”. Nell’interrogazione il consigliere Zinzi interroga la Giunta regionale “per sapere se tutte le reti di distribuzione di acqua destinata al consumo umano in Campania siano gestite nel rispetto del D.lgs. 31/01 e s.m.i., se esistano, tra i 90 Comuni di Terra dei Fuochi, gestioni In-house che non prevedano la verifica sulla qualita’ delle acque destinate al consumo umano”.