Una curva fatale. Affrontata malissimo ad una velocità pazzesca.

Dopo di questo lo schianto. Il bilancio mette i brividi:  due morti e tre feriti. L’incidente è avvento ieri alle 17,30 nelle vicinanze dell’incrocio tra la provinciale 15 Vicolungo-Carpignano Sesia e la via Garibaldi di Mandello Vitta nel novarese.

Una delle vittime si chiama Antonio Santomauro, 16 anni, viveva a Borgosesia nelle provincia di Vercelli

Con lui nella vettura c’erano altri tre ragazzi, anche loro molto giovani  originari della Valsesia. Il 20enne Erik Dimino, di Borgosesia, che guidava la vettura, ex studente dell’Alberghiero di Gattinara, è deceduto al Cto di Torino. E’ arrivato nel famoso nosocomio torinese in Elisoccorso a causa delle gravi lesioni riportate al cranio

Dopo l’arrivo in ospedale  è morto nonostante i tentativi di rianimazione. Il padre Luigi, molto conosciuto nella sua cittadina e popolare sassofonista che vive a Crescentino, lo ricorda commosso sulla sua pagina Facebook: «La mia vita finisce qui, addio mio piccolo gigante buono».

Gli altri due ragazzi, entrambi minorenni – uno è di Carpignano Sesia, l’altro di Borgosesia – sono stati trasportati all’ospedale Maggiore di Novara: il più grave ha lesioni alla spina dorsale.