Mamma investita sulle strisce da una 87enne per salvare i figli, è in coma. Questo è quello che è accaduto in quel di Pieve di Soligo, in provincia di Treviso. La donna, una mamma di due figli di 5 e 11 anni, mentre attraversava le strisce pedonali ha visto una macchina, guidata da una donna di 87 anni, che non stava rallentando. Per cercare di mettere in salvo i 2 figli la donna li ha scansati e si è messa a loro protezione, con il risultato che i due bambini, anche se tamponati dalla auto guidata dall’anziana, hanno riportato delle fratture nel corpo ma non sono in pericolo di vita. La loro mamma invece, di 46 anni, versa in condizioni critiche in prognosi riservata in coma. La donna ha immediatamente subito un delicato intervento chirurgico alla testa, e si trova ora in neurochirurgia, nel reparto di rianimazione. Dopo questo tragico accaduto, in molti si sono interrogati sui social e su alcuni giornali riguardo l’opportunità di far guidare persone molto anziane dopo che abbiano compiuto una certà eta. Nonostante a 87 anni si possa ancora vedere bene e avere un buon dimanicismo, i riflessi inevitabilmente sono meno attivi e si piò incorrere, come in questo caso, in una tragedia.