Un Silvio Berlusconi rigenerato dopo mille battaglie e alcune malattie, ha come al solito svolto il ruolo di mattatore sul palco dell’auditorium di Lacco Ameno, sull’isola d’Ischia. Berlusconi ha parlato di immigrazione e del suo rapporto con Gheddafi, raccontando un aneddoto che ha divertito tutta la platea presente, riguardante la Libia e i Bidet. Ecco le parole dell’ex Presidente del Consiglio:

“Con il tanto deprecato contratto con Gheddafi, eravamo riusciti nel 2010 eravamo riusciti a far arrivare in Italia soltanto 4mila236 migranti. Esattamente lo stesso numero di persone che sono arrivate in un solo week end nell’ultima primavera da noi. Avevamo fatto un accordo con Gheddafi che aveva messo 6mila soldati sul confine, che fermavano i migranti e li mettevano dentro 2 centri di accoglienza”

“Andai con Gheddafi – continua Berlusconi – e con i suoi architetti nei centri di accoglienza su cui avevo ottenuto che ci fossero i caschi blu dell’Onu a garantire che fossero rispettate le condizioni umanitarie. Guardo i bagni e mi accorgo che non c’era il bidet e quando Gheddafi mi chiese cosa fosse il bidet io risposi: “I bidet ce li metto io, avrò l’orgoglio di aver insegnato agli scopatori di africani che esistono i preliminari”.

A parte le battute e gli scherzi, non possiamo non confermare quanto di buono, con l’accordo con il dittatore libico, Berlusconi era riuscito a raggiungere riguardo l’invasione dei migranti nel nostro Paese.