napoli

Una storia d’amore e di speranza arriva da Napoli. Lucia, vedova della guardia giurata Gaetano Montanino, ucciso il 4 agosto 2009 mentre era in servizio a piazza Mercato, nel centro di Napoli., ha deciso di perdonare l’assassino del marito.

Come racconta Il Giornale, ad uccidere Gaetano è stato un ragazzo che, all’epoca dei fatti aveva solo 17 anni. Antonio, questo il nome dell’assassino, cercò di sottrarre la pistola alla guardia giurata dando inizio ad un conflitto a fuoco. Gaetano fu colpito da 8 proiettili perdendo la vita.

Nonostante il dolore, Lucia ha deciso di perdonare Antonio e di prendersi cura dei suoi due bambini. I due si sono incontrati a una marcia dell’associazione Libera.

“Era sul palco, tremava, piangeva. Antonio mi ha abbracciata, chiedeva perdono. Mi sentii di stringerlo, di accarezzarlo.Amavo tantissimo mio marito. Ma sapere che dal sangue di Gaetano sta nascendo qualcosa di buono mi dà sollievo, penso sia un miracolo”, ha detto Lucia.

“E’ il mio angelo custode”, ha concluso Antonio.