catania violenza stupro

Tre misure cautelari sono scattate nei confronti di tre ragazzi minorenni, indiziati di essere i responsabili di uno stupro di gruppo ai danni di una ragazzina di 15 anni, avvenuto lo scorso maggio a Napoli.

La ragazzina prima era stata molestata da due ragazzi e poi violentata da un terzo. La denuncia era scattata per il racconto fatto dalla ragazzina in ospedale dove era stata portata dai genitori in ospedale dopo la violenza.

La ragazzina, come scrive il Corriere, era poi riuscita a riconoscere il branco attraverso delle foto su Facebook. Sempre seconda il Corriere, la 15enne si era confidata con un’amica non riuscendo a raccontare l’accaduto ai genitori che, quando l’hanno scoperto, hanno portato la figlia in ospedale facendo scattare la denuncia.

La violenza è avvenuta a Posillipo, nella zona di Marechiar. I re minorenni sono stati condotti in tre diverse strutture detenitive per minori.

Secondo quanto riporta Il Giornale, infine, a luglio, dopo la denuncia, la 15enne era stata minacciata sui social dal branco.