uccisa facebook-min

Vikki Hull, mamma di un bambino di quasi 2 mesi, su Facebook, ha pubblicato una foto con il suo piccolo come immagine del profilo. subito dopo è stata uccisa nella sua casa di Liverpool.

A porre fine alla vita della neo mamma è stato il compagno, colto da un raptus improvviso. La donna è stata strangolata dal compagno, furioso con la mamma di suo figlio perchè non poteva far vedere il suo bambino alla propria famiglia. In seguito ad un violento litigio, l’uomo non è riuscito a controllare la rabbia uccidendola.

Secondo quanto si legge sul Mirror, i due erano felici e innamorati e avevano una vita serena e tranquilla. Vikki, infatti, pubblicava spesso foto di lei con suo figlio e il suo compagno. Gli amici e i conoscenti non avrebbero mai pensato ad una simile tragedia. L’uomo è stato così condannato a 15 anni di carcere mentre il bambino è stato affidato ai nonni.