las vegas

Stephen Paddock è il killer che, durante un concerto country, ha aperto il fuoco su 20mila persone uccidendone 58 e ferendone altre 500. Il killer è stato definito dal fratello una persona qualunque ma il padre era un rapinatore di banca, inserito nella lista dei più pericolosi ricercati dall’FBI.

Patrick Benjamin Paddock, questo il nome del padre del killer di Las Vegas, era stato definito dal Bureau “psicopatico, in possesso di armi da fuoco usate durante le rapine” e con tendenze suicide e da “da considerare armato e molto pericoloso”.

Il killer di Las Vegas, dunque, sarebbe cresciuto in un ambiente pericoloso, in cui le armi e la violenza erano all’ordine del giorno.

Inoltre, pare che il killer, secondo quanto riporta Site, si fosse convertito al killer. Si spiegherebbe così la rivendicazione della strage da parte dell’Isis. Sembra, infine, che fosse diventato un habituè dei casinò e degli alberghi di Las vegas. Nel suo ultimo viaggio, però, ha portato con sè dieci fucili automatici e pistole con cui ha poi firmato la strage.