La giornalista del Tg1, Marina Nalesso,  ha messo in subbuglio il web perchè ha indossato un crocifisso.

La conduttrice e speaker veneta, attraverso i social, posta spesso frasi o fotografie che parlano della sua fede religiosa, e non sono pochi i commenti sui suoi post.

“La religione deve essere un atto privato”, ha tuonato un internauta, “ma nessuno dice nulla?”, si è chiesto un altro. “Stima per la giornalista Rai. La nostra fede non deve essere nascosta”, è invece il testo di un tweet, “grazie per il tuo esempio”, si legge in un altro.

La politica, è intervenuta su questo fatto cosi delicato “Anche oggi al Tg1 l’arroganza di un rosario al collo della conduttrice”, ha scritto su Twitter il radicale ed ex consigliere PD a Torino Silvio Viale, “E’ il Tg di una TV pubblica e laica, non un Tg vaticano”.

Giogia Meloni invece è solidale: “Ormai siamo all’assurdo. Il cristianesimo è parte della nostra cultura e della nostra storia di italiani e di europei, anche di chi è ateo o crede in un’altra religione”.

“A chi dà fastidio un crocifisso dà fastidio la nostra identità: vada allora a vivere altrove”, ha scritto la leader di ‘Fratelli d’Italia’ su Facebook, “gran parte dei valori che fondano la nostra civiltà è racchiusa in quel crocifisso: un simbolo che rappresenta una ricchezza per tutti, di cui andiamo fieri e che vogliamo continuare a difendere.