Una bimba è stata trovata dai soccorritori, allertati da alcuni vicini, morta sopra un barbecue per cuocere la carne arrosto. Sembra una notizia inverosimile e assurda, ma purtroppo è quello che realmente è accaduto in un autorimessa di una casa di Zemst, in Belgio, nella regione delle Fiandre. La madre della bimba, una ragazza africana di 27 anni, è stata trovata in evidente stato di choc e incapace di intendere e di volere ed è stata immediatamente tratta in arresto e portata nel penitenziario di zona. I vicini della casa dove è avvenuto l’orribile delitto, vedendo il fumo provenire dal garage hanno subito chiamato i soccorsi. Così i vigili del fuoco hanno scoperto il corpicino bruciato della bambina su un barbecue. Rimangono ancora ignote le cause di un simile gesto. Gli inquirenti hanno da subito cominciato ad interrogare la madre della bimba per cercare di capire il motivo per cui è accaduta una strage del genere, ma ancora non è stato possibile, visto lo stato di semi incoscienza della madre, capire eventuali motivazioni. Alla base c’era comunque una situazione di degrado e disagio economico tale da non permettere alla donna avere un alloggio e un lavoro dignitoso per lei e per la sua bimba.