valentino rossi

Valentino Rossi, 23 giorni dopo la rottura della tibia e del perone che lo ha costretto a subire un intervento chirurgico, è tornato già in pista.

Un recupero che, qualcuno, giudica miracoloso mentre altri inventato. A 38 anni, il recupero fisico di Valentino Rossi da un infortunio giudicato molto grave non convince tutti. Sul web si è diffusa così la voce secondo cui l’infortunio sia stato puramente inventato per aumentare la leggenda del Dottore che, tuttavia, non ne ha assolutamente bisogno.

“Tutto inventato” – insinua qualcuno a cui Valentino Rossi, come sottolinea il Corriere della Sera risponde con un sorriso aggiungendo – “Quante stupidaggini”.

Per troncare sul nascere le voci sul suo infortunio che rischiano di diffondersi rapidamente, Valentino Rossi, in conferenza stampa, ha mostrato ai giornalisti e ai fotografi presenti, le ferite della gamba.

Sarà interessante vedere come sto... – commenta a proposito delle qualifiche del Gp di Aragon di MotoGp – anche perché per ora non riesco ancora a guidare in automatico senza pensare alla gamba: devo usare accortezze come evitare di frenare sui cordoli o di buttare la moto dentro in curva come al solito. Paura? Un po’, all’ inizio. E mi pare normale…”.

Il mito di Valentino Rossi, dunque, continua. Il Dottore non ha ancora smesso di stupire i suoi tifosi.