Orrore a Milano. Un incubo vero e proprio, come nei peggiori thriller. Una turista canadese a Milano è stata violentata dall’autista  di un finto taxi che si era offerto di accompagnarla alla stazione.

La ragazza trentenne , era di fretta e doveva raggiungere la fermata del bus diretto  a Venezia. Lei, ha subito accettato l’offerta del finto conducente che si è presentato come dipendente di una nota ditta di noleggio auto. Gli inquirenti ora non escludono che posso aver colpito ancora.

La violenza è stata costruita perfettamente in quanto il finto taxi parte da viale Monza con la giovane canadese che si trova in una città per lei totalemnte sconosciuta.

Il folle, l’ha portata in periferia e li l’ha violentata. Lei non conosce la città e mai avrebbe immaginato che la stesse portando fuori.

Lei ha fornito parecchi elementi agli inquirenti e ora le immagini delle telecamere saranno fondamentali per capire chi ha compiuto questo atto ignobile.