Mohamed Abdel Fadil, direttore del Dipartimento della lotta all’immigrazione illegale della città di Kufraha ha ha lanciato un allarme che deve far riflettere: 1 immigrato su 4 porta nel nostro paese porta malattie infettive.

Salle analisi effettuate su 1.050 “migranti”, oltre 400 casi di positività “all’Hiv-Aids e all’Hbv”. La notizia è stata riportata da un sito libico

Il ministro della salute Lorenzin, di recente, aveva dichiarato che gli immigrati, non sono un pericolo per la salute degli italiani: “Non abbiamo mai avuto segnalazioni di virus particolari arrivati dai migranti, la malattia più grave da curare sono i drammi psicologici” le sue parole, nel corso del convegno “Migranti e salute”.