noemi durini

L’autopsia eseguita sul corpo di Noemi Durini ha svelato come è morta la 16enne, uccisa dal fidanzato 17enne, reo confesso. La ragazza è stata prima picchiata e poi accoltellata al collo e alla testa.

Come si legge su Libero, i medici legali hanno riscontrato “lesioni contusive multiple da picchiamento al capo e agli arti e lesioni da arma bianca al capo e collo”. Inoltre, nel capo di Noemi Durini è stata trovata la lama del coltello con cui è stata colpita,

L’autopsia è stata eseguita al medico legale nominato dalla Procura, Roberto Vaglio, e dal consulente della famiglia della vittima, il medico legale barese Francesco Introna.

La mamma di Noemi, inoltre, continua a chiedere di non diffondere odio mentre il 17enne si trova in un carcere minorile della Sardegna con l’accusa di omicidio premeditato.