noemi durini-min

Una commossa folle ha dato l’ultimo saluto a Noemi Durini. Un lungo corteo, silenzioso ed emozionato, ha accompagnato Noemi nel suo ultimo viaggio.

Il feretro bianco, ricoperto di rosa bianche, è stato portato a spalla dal comune di Specchia alla chiesa di Specchia dove le esequie sono state celebrate da Monsignor Vito Angiuli, vescovo della diocesi di Ugento che, prima di chiudere l’omelia, si è rivolto direttamente a Noemi dicendo: “Cara Noemi, cercavi l’amore, ha trovato la morte ma ora Dio ti ridona la vita”.

Il Vescovo, poi, ha invitato i parenti di Noemi Durini a “tenere a freno rancore e amarezza, nutrendo sentimenti di astio e risentimento nei riguardi di chi ha portato via troppo presto vostra figli”​. Il vescovo, poi, ha rivolto un appello a tanti giovani presenti: «Non rifugiatevi nella solitudine del vostro mondo, ma lasciateci intravvedere l’immenso desiderio di bene che alberga dentro di voi. Affrontate con coraggio la vita, non scoraggiatevi di fronte alle difficoltà».

«Non ci deve essere l’odio, non ci appartiene, perchè porta solo violenza» – sono le parole della mamma di Noemi «Vi chiedo – ha aggiunto – se avete problemi, venite a casa di Noemi e parlate, la porta sarà sempre aperta per ascoltarvi», ha concluso.