londra

Yahya Faroukh, il terrorista di Londra, arrestato sabato sera, è un rifugiato siriano arrivato in Italia nel 2013 a bordo di un barcone di immigrati.

Come si legge su Il Giornale, il 23 novembre 2013, Faroukh ha pubblicato su Facebook la foto di una barca che si è arenata su una spiaggia scrivendo: «La barca che ci ha portati dall’Egitto all’Italia».

A fine 2013, Faroukh è a Croydon dove si trova il principale centro di immigrazione britannico. Chiedo asilo politico e gli viene riconosciuto. Il giovane viene così affidato ad una famiglia inglese.

Da maggio, era andato a vivere da solo in un appartamento senza arredi. I vicini, ai giornali, hanno dichiarato «che era un simpatico ragazzo e non dava segni di radicalismo. Di notte si chiudeva dentro con altri tre o quattro giovani come lui abbassando le tapparelle». 

La notizia ha sconvolto chi lo conosceva. Nessuno, infatti, si sarebbe aspettato da lui una cosa del genere.