noemi durini

Il fidanzato 17enne di Noemi Durini tornerà libero molto presto. Ne è sicuro l’avvocato Franco De Jaco, penalista del foro di Lecce, come si legge su Libero: «anzitutto dovrà essere sottoposto a perizia psichiatrica al fine di stabilire la consapevolezza del soggetto al momento del compimento dell’ atto. Laddove venisse accertata un’ alterazione della capacità psichica il magistrato, trattandosi di minorenne, potrà disporre la custodia e la cura in struttura non carceraria con obbligo di dimora fino al superamento dello stato clinico compromesso».

Il 17enne, prima di commettere il reato, era stato già sottoposto a tre trattamenti sanitari obbligatori come svela Maddalena Mangiò del “Nuovo Quotidiano di Puglia”, Lucio «era stato trattato una prima volta a gennaio a seguito di un forte crisi causata da una accesa discussione con la madre che gli aveva vietato di vedere Noemi, poi ad aprile e l’ ultimo a metà agosto»