“L’ho fatto per voi, per salvarvi”: non smette di far sapere la sua versione il ragazzo di Alessano di 17 anni, che mercoledì sera ha confessato l’omicidio della sua ragazza,  Noemi Durini.

Lui, ha fatto sapere ai genitori tramite una lettera di avere assassinato la fidanzata  che viveva a  Specchia. Il motivo? Lei aveva voleva uccidere i genitori del ragazzo perchè si opponevano alla loro relazione.

La mamma dell’assassino di Noemi, a  “La Vita in diretta” , ha tirato fuori un biglietto dove c’è scritta la conferma dell’ultima versione che il 17enne ha fornito agli inquirenti nell’interrogatorio del 13 settembre,, dopo il quale è stato arrestato “Meglio che ci sia stato un morto che tre” ha detto la mamma killer.

Queste inutili parole, in questo momento, hanno fatto arrabbiare parecchio Umberto Durini, il padre di Noemi che si è subito precipitato a Montesardo, la frazione di Alessano in cui abita la famiglia del ragazzo. Il padre non le ha mandate a dire ai genitori: “Io voglio suo padre… avevano un odio per mia figlia indescrivibile”. Per evitare che i padri dei due fidanzatini venissero alle mani è stato necessario l’intervento dei carabinieri.

Umberto, ripreso dalle telecamere di Quarto Grado, in onda nella serata di ieri,  ha iniziato a prendere a calci il cancello della casa del giovane urlando “bastardo, esci fuori“.

“Adesso si spacciano per una famiglia unita, ma non è mai stato così”.