Siegfried Hecker dopo aver letto alcune notizie in arrivo dal mondo, gongolava perché da parecchi mesi aveva avvisato tutti sul fatto che il regime di Pyongyang si fosse dotato di una Bomba H,

Oltre a lui ci sono altri che credono che prima o poi da Kim arrivi un attacco dalle dimensioni apocalittiche. Con le sue armi può sferrare un attacco elettromagnetico dallo spazio contro gli Usa. Il regime di Pyongyang, secondo fonti militari riportate dal «Wall Street Journal», sta studiando l’opzione di armare un missile a lungo raggio con la Bomba H per farla esplodere a quote tali da creare un blackout elettromagnetico su vasta scala costringendo il blocco degli impianti di produzione di energia elettrica.

. «È ormai chiaro – dichiarava l’esperto quest’estate- la Corea del Nord è in grado di produrre trizio». Le intelligence di diversi Paesi, lo scorso anno, avevano avuto indicazioni che il regime fosse a caccia di ingredienti chiave per produrlo, in particolare il «Litio-6». Elemento su cui avrebbe messo le mani già all’inizio di quest’anno, e che gli ha permesso di ottenere nei propri laboratori il trizio. «E se produci trizio – dice Hecker – è perché vuoi bombe a idrogeno».