noemi durini

Una veggente di Casarano, vicino a Lecce, era già a conoscenza della tragica scomparsa di Noemi Durini, la 16enne uccisa dal fidanzato 17enne, reo confesso, anche se il padre della ragazza è convinto che il responsabile sia il padre del giovane.

Prima ancora che il 17enne confessasse l’omicidio e rivelasse il luogo in cui si trovava il corpo di Noemi Durini, la veggente aveva inviato una lettera ad un’amica della famiglia di Noemi in cui rivelava il posto in cui si trovava Noemi.

“Noemi è in una casetta di pietre, in campagna e io la vedo arrabbiata“, si legge nella lettera, datata 12 settembre e mostrata dalla donna ai giornalisti presenti sul luogo in cui è stato ritrovato il corpo senza vita di Noemi.