butungu

Butungu, il 20enne congolese, in carcere per lo stupro ai danni della turista polacca e della trans peruviana, avvenuti la sera tra il 25 e il 26 agosto a Rimini, dovrebbe finire a giudizio tra sei mesi.

Come riporta Libero Quotidiano, il procuratore capo Paolo Giovagnoli e il sostituto Stefano Celli potrebbero chiedere il giudizio immediato. Il Gup potrebbe decidere senza udienza preliminare e sulla base della documentazione raccolta. Non sarebbe necessario neanche aspettare il risultato dell’esame del Dna. 

A momento, Butungu si trova nel carcere dei Casetti di Rimini per rapina aggravata, violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate. Sulla sorte dei due fratelli marocchini di 15 e 16 anni e del 17enne nigeriano dovrà invece decidere il Tribunale dei Minori.