meteo

La situazione che ha messo in ginocchio Livorno e gran parte dell’Italia settentrionale e centrale è solo l’inizio di una situazione che potrebbe diventare sempre più grave nei prossimi sei mesi.

A lanciare l’allarme, ai microfoni del Corriere della Sera, è Massimiliano Pasqui, dell’Istituto di biometeorologia del Consiglio nazionale delle ricerche, secondo il quale, dopo un’estate da caldo record, ci aspetta un autunno e un inverno con il clima estremo.

“Aspettiamoci sei mesi di meteo estremo” – afferma l’esperto che mette in guardia sull’arrivo di “altri eventi di ragguardevole entità”.

In questo periodo, tra fine estate e inizio autunno, è normale l’arrivo delle precipitazioni a causa del flusso di aria fredda proveniente dall’Atlantico. La situazione sulla nostra Penisola però diventa anomala e più critica perché l’aria fredda si scontra con il calore generato dai nostri mari i quali si sono riscaldati più del normale. E non è la prima volta; anzi si va a confermare un trend che perdura ormai da diversi anni e in alcuni casi si collega al riscaldamento climatico generale”.

Massimiliano Pasqui parla di “manifestazioni climatiche altrettanto estreme”. E aggiunge: “il maltempo continuerà ad imperversare”.