Nella tragedia di Livorno, la storia più struggente è quella che riguarda il nonno eroe. Lui, morto per salvare la nipotina più grande, di quattro anni, e il nipotino di soli due.

Lui era stato l’unico a riuscire a mettersi al sicuro dal fango che ha sommerso l’appartamento in un seminterrato in viale Nazario Sauro, al di sotto del livello del mare.

Un sopravvissuto che non poteva assistere alla morte dei due bambini e che si è dunque ri-tuffato tra la melma, per cercare di salvare anche loro. Due, tre truffi nell’acqua limacciosa, per provare a portare al sicuro i bimbi e i loro genitori. Ma dopo avere recuperato il maggiore dei nipoti, il nonno non ce l’ha fatta e non è più tornato a galla.

Sono già sei le vittime che si contano per l’emergenza matempo in Toscana. Oltre all’anziano, ai due genitori e al bambino, una quinta persona è stata trovata senza vita in via Fontanella e un automobilista è stato travolto dal fango. Risultano al momento disperse due persone.