Una ragazza toscana 26enne  tossicodipendente  ha denunciato ai carabinieri di essere stata vittima di violenza sessuale ad opera di due giovani migranti provenienti dal nordafrica da cui si riforniva abitualmente.

Il tutto è avvenuto nella zona di Lucca e ora gli inquirenti devono approfondire al massimo la questione per cercare di capire se è stata una ripercussione per un mancato pagamento o se è stata attirata nel bosco per subire la violenza da parte dei due carnefici

La violenza è in un bosco tra Paganico e il casello autostradale di Porcari-Capannori al Frizzone zona nota alle forze dell’ordine per lo spaccio ci coca ed eroina.

La  ragazza, nota agli investigatori  come consumatrice di cocaina è andata nel bosco citato per acquistare droga dai soliti pusher. Ma evidentemente qualcosa deve essere successo.  O forse all’appuntamento non c’è la persona a lei conosciuta,

Dopo la violenza sarebbe andata a  via del Frizzone fino al distributore di carburante   Aquila Energie. Li ,sotto choc, ha raccontato la sua storia e una visita ginecologica ha avvalorato in parte la sua tesi. Ora tocca alle forze dell’ordine fare estrema chiarezza su quanto avvenuto.