Malaria, paura in Italia. Gli esperti avvertono: “Possibili zanzare-vettori del virus anche da noi”

0

Dopo la morte della bambina di quattro anni, colpita da una forma di malaria autoctona, gli esperti lanciano l’allarme in Italia. Ai microfoni del Corriere della sera, gli esperti di malattie infettive Massimo Andreoni e Massimo Galli, hanno spiegato quali sono i sintomi con cui si manifesta la malaria: “di solito inizia con forti brividi, rialzo termico fino a 41 gradi per alcune ore, seguito da sudorazione intensa e diminuzione della febbre. Questa ha un andamento ciclico – continuano gli esperti – nella cosiddetta terzana, dopo una prima crisi scompare, e poi si ripresenta dopo tre giorni, nella quartana dopo quattro. Possono esserci anche mal di testa, nausea, dolori muscolari, vomito, diarrea”.

La zanzara che ha colpito la piccola Sofia potrebbe essere arrivata in Italia dall’estero: “Può viaggiare con i container o le valigie. Le zanzare vivono poco e si spostano poco. Quindi pungono al massimo le persone che vivono intorno all’aeroporto”.

Non è escluso che quel tipo di zanzara sia presente anche in Italia: “Abbiamo diverse specie – aggiunge Galli – la cui efficienza come vettori di ceppi di Plasmodium che vengono dall’estero non è sufficientemente definita”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui