Clamorosa confessione da parte dell’attore Lino Banfi. L’artista pugliese parla di ricordi di gioventù e le sue parole mettono i brividi: «Nei pressi di Arma di Taggia, mi ricordo solo il muro che si avvicinava. Lo prendemmo in pieno. Morirono due persone, io venni sbalzato fuori dal finestrino e finii a quattro metri di distanza. Mi salvai per miracolo», racconta l’81enne di Andria a Il Messaggero.

Lo schianto, secondo i dottori, ha cambiato completamente la vita dell’artista. Il trauma è stato pesantissimo.

«I ciuffi dei capelli rimanevano nel pettine, a centinaia. E il peso aumentava a dismisura, — racconta Lino parlando del periodo successivo all’infortunio —. In ospedale mi dissero che forse l’incidente aveva scatenato uno strano processo. Mi trasformai, presi 12 chili in due mesi e quando mi venne a trovare mio fratello quasi non mi riconobbe. Fu una sofferenza e uno stupore».