Barcellona, vittime italiane: il tragico annuncio della Farnesina

0

La Farnesina alle 11.53 ha annunciato che tra le 13 vittime del massacro della Rambla a Barcellona avvenuto nel pomeriggio di ieri,  ci sono due italiani, uno dei quali è Bruno Gulotta, padre di famiglia  di Legnano, cittadina alle porte di Milano. Inoltre ci sono anche tre feriti. I due nostri concittadini sono state confermati al ministero degli Esteri dalle autorità spagnole.

La Procura di Roma intanto, ha aperto un fascicolo di indagine in relazione a quanto avvenuto ieri nella città catalana.

I FATTI

Terrore e sangue a Barcellona intorno alle 17 di ieri. Un furgone si è fiondato su una folla di persone e turisti lungo la Ramblas nel cuore della città catalana piena di persone che stavano trascorrendo li le vacanze: al momento, i morti accertati sono 13.  Per primo il giornale catalano La Vaguardia e poi anche la polizia hanno parlato di attentato terroristico. Tra le decine di ferite risultano anche dei bimbi.

Il furgone impazzito, ha cominciato la sua corsa lungo la Rambla de Canaletes, nella parte più vicina alla grande Plaça de Catalunya, all’altezza di Carrer Bonsuccés, fino a raggiungere il mercato della Boqueria. Le persone che hanno assistito al massacro, hanno visto che il mezzo procedeva a tutta velocità su una traiettoria a zig-zag. E palese che sia stato  un tentativo deliberato di investire il maggior numero di persone possibile. Una pazza corsa studiata a tavolino, lunga ed interminabile di 600 metri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui