Il secondo giallo per simulazione a Cristiano Ronaldo non andava dato. Il campione portoghese,  si è sbilanciato, è stato anche sfiorato dal difensore francese, prima di andare a terra. Magari il rigore poteva anche non essere dato, ma sicuramente nemmeno il cartellino andava dato. Dopo il giallo, Cr7 ha appoggiato la mano sulla schiena dell’arbitro, spingendolo leggermente. Cristiano, era stato ammonito la prima volta poco prima, per essersi tolto la maglia dopo il gol del provvisorio 2-1. Un gol festeggiato “ostendendo” la sua numero 7 verso il pubblico del Camp Nou. Uno sberleffo a Messi, che aveva fatto lo stesso al Bernabeu.

De Burgos Bengoetxea, 31enne direttore di gara, sul referto, non lasciava spazio a interpretazioni: “Dopo aver mostrato il cartellino rosso, il giocatore mi ha spinto lievemente in segno di protesta”.

Il Real Madrid ha ora dieci giorni di tempo per presentare ricorso. Questo il comunicato del Giudice sportivo spagnolo:

“Squalifica di UNA partita per doppia ammonizione: la prima per essersi tolto la maglietta, la seconda per aver simulato di aver subito un fallo. Multa accessoria di 350 € al club e 800 € al giocatore.