A fine luglio, un 27enne di origini pachistane ha appiccato il fuoco a una chiesetta a fianco della parrocchia di Maccio di Villa Guardia nel comasco

Il ragazzo è rimasto fermo davanti alla chiesa senza parlare anche quando sono arrivati gli inquirenti.

Nei suoi confronti pendeva già un provvedimento di espulsione mai eseguito dopo il diniego alla richiesta di asilo. E’ stato ricoverato nel reparto di psichiatria perché avrebbe “gravi e perduranti problemi mentali”. Come la maggioranza dei sedicenti profughi che ospitiamo in Italia.

Il deputato della Lega Nicola Molteni ha annunciato un’interrogazione urgente al ministro dell’Interno Marco Minniti.

“L’unica soluzione – ha spiegato in una nota – è quella che da sempre chiede la Lega Nord: espulsione immediata e rimpatrio forzato per tutti questi soggetti violenti. Devono scontare la pena per i loro crimini nelle patrie galere”.