Riso

I ricercatori della Queens University Belfast hanno fatto sapere tre modi di cucinare  il riso per scoprire cosa alterasse i livelli di arsenico contenuti nel cereale coltivato nella pianura padana italiana e in Cina. Il metodo più comune, ossia cucinare una parte di riso e una parte di acqua si è rivelato quello che lascia più arsenico nella pietanza. Usare cinque parti di acqua e una parte di riso, sciacquando l’eccesso di acqua, dimezzerà il livello di arsenico.  Terzo e ultimo modo ovvero quello in cui il riso si imbeve per tutta la notte prima della cottura, il valore della tossina si è ridotti dell’80%.