Doveva essere un periodo di vacanze, tranquille e spensierate. Gea Papa, 14 anni, si trovava a Capo d’Orlando, in Sicilia, con i genitori e il fratello per fare visita ad alcuni parenti.

Come riporta today.it, Gea era salita con alcuni amici sullo scoglio Garibaldi, sul litorale San Gregorio, per passare un pomeriggio divertente.

Lo scoglio è alto ed è molto conosciuto, tra i giovani e non solo, come punto di ritrovo per scattare belle foto e provare a tuffarsi, ma per Gea è stata la sua condanna. La ragazza, giocando, ha perso l’equilibrio ed è caduta giù, rotolando fino alla base dello scoglio e battendo con violenza testa e schiena.

Immediatamente sono accorsi sul posto i sanitari del 118 che hanno portato Gea poco lontano dal luogo della tragedia dove, nel frattempo, era atterrato un elicottero medicalizzato.

E’ stato fatto il possibile per tenere Gea in vita; per più di un’ora e mezza i medici hanno tentato di rianimare la giovane, ma per lei non c’è stato più nulla da fare. Le lesioni provocate dalla caduta erano, purtroppo, troppo gravi e irreversibili.

A Capo d’Orlando l’estate si è fermata; il sindaco ha sospeso ogni manifestazione e la cittadina è entrata a lutto. Il corpo di Gea verrà cremato e riportato in Brianza.