A Ragusa una intera squadra di 15 pompieri ausiliari è indagata per truffa e alcuni di loro rispondono anche di incendio doloso: sembrerebbe che, per guadagnare 10 euro l’ora, che è la paga di un Vigile del Fuoco volontario, appiccassero il fuoco per poi simulare richieste di soccorso e il relativo intervento.

Come riporta ansa.it, dalle indagini svolte dalla squadra mobile di Ragusa è emerso che il capo gruppo si assentava durante il turno da volontario, complici i colleghi, per andare ad appiccare incendi. Dopo questo gesto partiva così la segnalazione al 115 e la squadra poteva uscire con l’autobotte e precipitarsi a risolvere la situazione, percependo così l’indennità.

Tutto è partito da una segnalazione interna del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Ragusa che aveva notato alcune anomalie sul numero di interventi di una squadra rispetto alle altre; ora si attendono le decisioni della Procura.